BLOG

Sport e alimentazione equilibrata, il segreto per una vita sana

Vita sana vuol dire alimentazione sana, ma anche sane abitudini come praticare costantemente attività fisica. A questo proposito, un articolo del Dipartimento di prevenzione ULSS 20 di Verona, trae interessanti conclusioni a proposito del ruolo dell’attività fisica sulla prevenzione delle malattie tumorali.

L’articolo è una revisione di vari studi che hanno analizzato l’impatto dell’attività fisica su alcuni tumori (mammella, colon-retto, polmone, endometrio, prostata e rene) per stabilire quanto sia consistente la correlazione nella prevenzione primaria e secondaria di queste forme tumorali.

La conclusione è che in soggetti sani, la pratica regolare di attività fisica riduce il rischio di sviluppare tumore della mammella, del colon e dell’endometrio. Tuttavia, non è conosciuta quale debba essere l’intensità o frequenza necessaria per influenzare la comparsa di un tumore.

In prevenzione secondaria, ossia in soggetti malati, l’attività fisica ridurrebbe il rischio di morte nei pazienti con cancro al seno e colon. I risultati dello studio sono tanto interessanti da ventilare l’ipotesi di ulteriori approfondimenti su un numero maggiore di soggetti e rispetto ad altre forme tumorali.

Da sempre vi invitiamo a prendervi cura delle persone che amate e di voi stessi praticando e insegnando una corretta cultura alimentare unita a corrette abitudini. Praticare uno sport o dedicarvi almeno ad una quotidiana passeggiata di 30 minuti a passo svelto è un’attività di cui beneficerebbero sia il vostro corpo sia la vostra mente. Se poi insieme all’attività fisica riuscite a regolare le quantità di cibo optando per alimenti più ricchi di sostanze nutritive eccovi svelata la ricetta per una vita sana.

La vostra missione per essere in salute è semplice: promuovete il cambiamento culturale combinando attività fisica ad un’alimentazione bilanciata. In questo modo non solo ridurrete le spese sanitarie ma potrete fare a meno dei costosi integratori alimentari per sopperire ai deficit causati da un’alimentazione scorretta.